holy shit
ospedaleperanime:

Okay.
Distraetemi
sonosolounerroredanoncommettere:

"Leggiamo storie perchè cerchiamo la nostra"
-Ciao.
-Ciao.
-Tutto bene?
-Sì.
-Sembri stanca.
-No.
-Sicura?
-Sì.
-Non sei di molte parole, oggi.
-Scusa.
-Non fa niente.
-Ok.
-Qualcosa non va?
Lei sospirò:-Ma cosa vuoi da me? Te ne vai? Non ho voglia di parlare, ok? Sparisci!
Lui rimase in silenzio, seduto vicino alla ragazza.
Uno.
Due.
Tre.
Quattro.
Cinque.
E alla fine il silenzio gli divenne insopportabile.
-Davvero vuoi che me ne vada? Perché se lo vuoi, me ne andrò.
Lo guardò, gli occhi gonfi per le lacrime che gridavano “no, no, non andare, ti prego”
E invece abbassò lo sguardo, rendendolo muto.
-Sì. Sì. Voglio che tu te ne vada.
Il ragazzo la guardò per un attimo, poi si alzò.
E se ne andò.
Mentre lo guardava allontanarsi, cercando di nascondersi dietro ai capelli scuri, lei lasciò scivolare le lacrime sul viso, incurante degli sguardi delle persone che osservavano la scena.
Solo il quel momento capì. Non poteva lasciarlo andare via. Non lui.
Si alzò, lasciando la borsa sulla panchina, non le sarebbe neanche importato se gliela avessero rubata, doveva solo corrergli incontro, nulla era più importante.
-Aspetta! Ti prego, aspettami!
E il ragazzo si voltò.
Gli si gettò letteralmente tra le braccia, permettendogli di accarezzarle i capelli e di sussurrarle qualcosa all’orecchio.
Lei sorrise, un sorriso debole, ma sincero:-E adesso?
-E adesso lascia che mi prenda cura di te.
sujcjdeskjns:

doesn’t it hurt?
yeah that’s the point.
  • Lui: “Ho saputo che stasera hai un appuntamento."
  • Lei: “Perchè, t'importa?"
  • Lui: “Stasera piove."
  • Lei: “Cosa c'entra ora? Non hai risposto alla mia domanda."
  • Lui: “Ho fatto solo una constatazione."
  • Lei: “Ripeto: t'importa?"
  • Lui: “Di cosa?"
  • Lei: “Ho capito, ciao."
  • Lui: “Stasera piove.”
  • Lei: “E allora?”
  • Lui: “Ricordi il giorno in cui ci siamo conosciuti?"
  • Lei: “Si."
  • Lui: “Cosa ti dissi quella sera?”
  • Lei: “Beh, dicesti «Ehi tu, perchè cazzo balli sotto la pioggia? Ti sei fottuta il cervello?» hahaha la tua finezza non la dimenticherò mai."
  • Lui: “E tu cosa mi rispondesti?"
  • Lei: “Non ricordo..."
  • Lui: “Sorridesti. Avevi il trucco sbavato, un laccio slacciato e continuavi a girare in tondo. Poi dicesti «Ho letto da qualche parte che la maggior parte delle persone s'innamorano durante una brutta giornata, rendendola bella. Quindi ho deciso di uscire tutte le volte che piove, così incontrerò la mia anima gemella. E poi, ho sempre amato ballare sotto la pioggia. È una bella sensazione, dovresti provare.»"
  • Lei: “Ok, hai una buona memoria. Ma... dove vuoi andare a parare?”
  • Lui: “Cazzo. Non uscire con lui e con nessun altro. È me che hai incontrato durante un giorno di pioggia, e quella cazzata che hai detto è vera. Quel giorno pensai a te e non la smisi di sorridere. Sono io la tua anima gemella. Quindi, disdici l'appuntamento perchè vengo a prenderti e ti porto a ballare."
  • Lei: “E se capitiamo nello stesso locale di Luca, cosa gli dico?”
  • Lui: “Dubito fortemente che questo Luca balli sotto la pioggia."
scappiamoinsiemealmare:

maniruvide:

Puoi, eccome.

aah
p-r-e-t-o-r-i-a-n:

.